come-lavare-trapunta-in-lavatrice

Le temperature iniziano a essere più miti, le giornate diventano più lunghe e il sole inizia a diventare il vero protagonista. L’arrivo della Primavera porta con sé anche la voglia di fare le pulizie. 
É giunta l’ora di lavare le trapunte e le coperte invernali per lasciare spazio a capi più leggeri.  Come fare per non rovinarli? Ecco alcune semplici indicazioni che ti consentiranno di lavare correttamente la tua trapunta.

Leggere attentamente le etichette

Prima di tutto è fondamentale accertarsi delle indicazioni presenti sull’etichetta: differenti tessuti e materiali richiedono procedimenti e attenzioni diverse. Assicurati, inoltre, che la trapunta non abbia particolari macchie: in questo caso sarà necessarie trattarle prima del lavaggio.

Un altro elemento da non sottovalutare è l’ampiezza della lavatrice che è di fondamentale importanza per ottenere un risultato perfetto. Infatti, per una trapunta matrimoniale è necessaria una lavatrice da almeno 20 kg, per la piazza e mezza da 15 kg mentre per la misura singola è richiesto un cestello da 10 kg.

Queste attenzioni hanno la funzione di assicurare un corretto risciacquo della trapunta ed evitare che l’eccessivo sfregamento danneggi il tessuto di rivestimento.
Nel caso in cui tu non disponga di una lavatrice così capiente, meglio rivolgersi a una lavanderia o recarsi presso una di quelle a gettoni.

Quale Ciclo Impostare

È il momento di inserire la trapunta in lavatrice e impostare la temperatura indicata sull’etichetta. Generalmente è consigliato impostare un ciclo per capi delicati che può variare da 30°C a 40°C, in maniera da non correre il rischio che i tessuti perdano colore e si rovinino. Generalmente i lavaggi in acqua calda aumentano il rischio di rovinare i colori della trapunta.

Infine un ciclo di centrifuga aiuta ad eliminare l’acqua in eccesso in modo da ottenere un’asciugatura più rapida. È sempre consigliato non impostare una centrifuga eccessiva, meglio attenersi a quanto indicato sull’etichetta, circa 800 giri.

Come scegliere il detersivo da Utilizzare

Per i capi molto ingombranti come per le trapunte è consigliato utilizzare un detersivo liquido. L’ulteriore consiglio è quello di non inserirlo direttamente nel cestello ma utilizzare l’apposita vaschetta. In questo modo avrai la certezza che il detersivo si sciolga correttamente durante il lavaggio, evitando che si depositi maggiormente in un punto piuttosto che in un altro.

È opportuno, inoltre, scegliere detersivi specifici per capi colorati. I detersici per capi colorati contengono infatti meno otticizzanti rispetto a quelli adatti per i bianchi, sostanze che rischiano di rovinare la colorazione della trapuntaPer le trapunte colorate è necessario evitare che entrino in contatto con agenti candeggianti e sbiancanti poiché verrebbero rovinate in modo irrimediabile le tonalità del tessuto.

Come Asciugare una Trapunta

Le trapunte rivestite di cotone possono essere asciugate in asciugatrice a tamburo senza impostare una temperatura elevata.

Nel caso in cui non si avesse l’asciugatrice, si potrà optare per un’asciugatura all’aria aperta valida anche per le trapunte rivestite in microfibra o in raso jaquard. In tal caso l’unica accortezza è quella di non esporre la trapunta direttamente alla luce del sole. I raggi UV e la luce diretta infatti potrebbero rovinare la brillantezza dei colori e far perdere delicatezza al tessuto.