come lavare piumini in lavatrice

Come lavare il piumino?

Come si lavano i piumini? È possibile lavare i piumini in lavatrice? Bisogna portare il piumino in lavanderia? Se vuoi scoprire come si lava correttamente il piumino prima di riporlo pulito e profumato nel tuo armadio, avventurati con noi nella lettura di questo articolo.

Per prima cosa è necessario sottolineare che il tipo di lavaggio dipende sia dall’imbottitura che dal tessuto utilizzato per il rivestimento. Come per tutti gli altri capi è necessario controllare l’etichetta prima di procedere con qualunque tipo di lavaggio e rischiare di danneggiare irrimediabilmente il prodotto.

I piumini con imbottitura in piuma richiedono una maggiore attenzione rispetto a quelli sintetici.

È fondamentale lavare il piumino separatamente dagli altri capi avendo particolare attenzione per quelli colorati. Essendo rivestito di tessuto bianco, il piumino verrebbe macchiato in modo irrimediabile. Assicurati di avere una lavatrice sufficientemente capiente per lavare il piumino senza danneggiarlo. Per un piumino singolo è necessario un cestello da almeno 10 kg mentre per la misura matrimoniale è indicata una lavatrice da 20 kg. Ricordati che sia la fibra di poliestere anallergica che la piuma, quando assorbiranno acqua, diventeranno più ingombranti rispetto a quando sono asciutti. Per questo motivi, la lavatrice deve essere molto capiente altrimenti si rischierebbe di danneggiare il tessuto fino a romperlo.

Non è indicato effettuare un lavaggio a mano: pur mettendoci molto impegno si rischierebbe di non risciacquare correttamente il piumino; inoltre, l’acqua fredda non consentirebbe un corretto scioglimento del detersivo.

I piumini sintetici?

I piumini sintetici, ossia realizzati con imbottitura in fibra di poliestere anallergica o in microfibra, possono essere lavati impostando un ciclo per capi sintetici a 30°C. È indicato l’utilizzo di detersivo liquido da inserire nell’apposita vaschetta. A piacere è inoltre possibile inserire anche un po’ di candeggina: essendo un capo bianco, la candeggina lo renderà più luminoso e brillante. Ovviamente è necessario prestare attenzione alla quantità: se si esagera c’è il rischio di ingiallire il tessuto.

La centrifuga da impostare è di 800 giri: consentirà di rimuovere l’acqua in eccesso senza stressare eccessivamente il prodotto.

I modelli rivestiti in tessuto 100% cotone possono essere inseriti nell’asciugatrice a tamburo a bassa temperatura. Questo passaggio servirà per rimuovere l’umidità in eccesso e terminare l’asciugatura all’aria aperta. Per i piumini realizzati con imbottitura e rivestimento in microfibra non è possibile effettuare un’asciugatura in asciugatrice perché il tessuto rischierebbe di cuocersi.

È consigliato posizionare il piumino all’aria aperta, su un piano orizzontale evitando la luce diretta del sole; questo suggerimento servirà per evitare che il piumino perda il colore bianco con il trascorrere del tempo.

I piumini in piuma?

I piumini in piuma richiedono un ciclo per capi delicati con una centrifuga di 800 giri. È consigliato l’utilizzo di detersivo liquido e di aceto da posizionare nell’apposita vaschetta. In alternativa, si potrà optare anche per un lavaggio a secco affidandosi ad una lavanderia professionale. Noi privilegiamo sempre il lavaggio in acqua, quando possibile.

Al termine del lavaggio in acqua bisogna prestare attenzione e massaggiare il piumino per consentire alle piume di riprendere la corretta posizione e di ottenere un maggiore volume.

Se si ha un’asciugatrice è vivamente indicato utilizzarla! In questo modo il processo di asciugatura diventerà più rapido e il getto d’aria favorirà il rigonfiamento delle piume.

Nel caso in cui si volesse procedere con l’utilizzo dell’asciugatrice a tamburo, si potrà disporre il piumino all’aria aperta. Disponilo su un piano orizzontale in modo che il peso dell’acqua non sposti eccessivamente le piume. È opportuno lavare i piumini nelle giornate soleggiate e ventilate in modo che l’asciugatura avvenga in tempi abbastanza rapidi e in modo omogeneo.

Una volta che il piumino sarà perfettamente asciutto sarà possibile riporlo nel sacco copripiumino o nell’armadio. Per essere certi che l’asciugatura avvenga in modo ottimale è consigliato girare il capo su entrambi i lati. Se hai poco spazio in cui riporre il piumino è possibile optare per il sottovuoto: il capo non perderà di volume e una volta tolto dall’apposita busta riprenderà la forma iniziale.