smacchiare asciugamani bianchi

Hai degli asciugamani bianchi che si sono ingialliti con il tempo e i lavaggi? Niente pura, puoi farli tornare bianchi e brillanti come una volta in pochi passaggi. Scopri insieme a noi cosa fare.

Come lavare gli asciugamani?

Tutti hanno della biancheria estremamente pratica da cui non ci si vuole separare. Se hai degli asciugamani che utilizzi da parecchio tempo e che ormai si mostrano ingialliti, è ora di trovare il rimedio per farli tornare nelle splendide condizioni del momento dell’acquisto.

Uno dei fattori che può aver ingiallito i tuoi asciugamani bianchi può essere l’utilizzo di una quantità eccessiva di detersivo. È importante non abbondare perché c’è la possibilità che il detersivo si fissi nelle fibre causando un ingiallimento di quest’ultime. Se ritieni di rientrare in questa categoria di abitudine negativa, il nostro consiglio è certamente quello di impiegare meno detersivo rispetto a quello che hai utilizzato fino ad ora: sarà comunque senz’altro sufficiente per lavare come si deve gli asciugamani.

Effettua un lavaggio in lavatrice a 40°C utilizzando detersivo liquido per capi bianchi da inserire nell’apposita vaschetta. Ricordati sempre di separare i capi bianchi da quelli colorati, in modo tale da evitare il passaggio di colore. Per alcuni asciugamani è possibile optare anche per un lavaggio a 60°C: prima di procedere controlla l’etichetta presente sul capo. 

È importante non lavare mai la biancheria da bagno ad una temperatura inferiore rispetto a quella riportata sull’etichetta.

Tratta le macchie prima del lavaggio

Prima di mettere in lavatrice accappatoi, salviette e teli bagno ricordati sempre di controllare che non siano macchiati. In tal caso sarà necessario trattare prima le macchie e poi procedere con il lavaggio.

Puoi utilizzare uno smacchiatore o un pretrattante di quelli che si trovano in commercio. Versa la dose indicata sulla confezione e lascia agire per qualche minuto; ora frega la macchia con una spazzola in modo da rimuoverla.

Se conosci la natura della macchia sarà più semplice trattarla: per ogni particolare sostanza che è finita sulla spugna può essere infatti opportuno utilizzare procedimenti differenti.

Se preferisci optare per i rimedi naturali, puoi spruzzare qualche goccia di limone sulla macchia e strofinare con uno spazzolino. Un’altra alternativa è quella di creare una pasta di bicarbonato: in un bicchierino mescola un po’ di bicarbonato con qualche goccia di acqua, prestando attenzione a non creare una soluzione troppo liquida altrimenti rischierà di scivolare troppo velocemente sul tessuto. Dopo aver posizionato questo detergente fatto in casa sulla macchia, lascialo agire per qualche minuto e opera quindi sulla zona interessata con una spazzola.

Come togliere l'ingiallimento?

Utilizza la candeggina in piccole dosi e solo nel caso in cui sia presente una macchia persistente. Non è indicato utilizzare la candeggina durante tutti i lavaggi perché, con il tempo, può favorire l’ingiallimento dei tessuti bianchi. Inoltre, ricordati di inserirla solo se nel cestello sono presenti capi bianchi: con quelli colorati rischierai di macchiarli e scolorirli in modo irrimediabile.

Per ogni lavaggio utilizza l’aceto di mele oppure il bicarbonato di sodio. Entrambi hanno proprietà sbiancanti e igienizzanti. L’aceto, inoltre, è l’alternativa naturale dell’ammorbidente: rende morbidi gli asciugamani senza limitarne il potere assorbente. È perfetto per lavare tutta la biancheria da bagno e non solo!

Fai attenzione all'asciugatura!

Una volta terminato il lavaggio in lavatrice, stendi le salviette all’aria aperta. Se è una giornata arieggiata e non fredda, il tuo bucato si asciugherà più rapidamente. Fai attenzione a non posizionare le salviette al sole: i raggi diretti causano l’ingiallimento dei tessuti bianchi e sbiadiscono quelli colorati.

Se hai l’asciugatrice puoi utilizzarla soprattutto nelle giornate più fredde e uggiose: non impostare una temperatura troppo alta. È indicato comunque terminare l’asciugatura al di fuori dell’asciugatrice per evitare che la spugna diventi eccessivamente secca.

Una volta che le salviette saranno completamente asciutte, puoi ripiegarle e rimetterle nell’armadio. Non è consigliabile stirarle: la temperatura del ferro da stiro rischierebbe infatti di rendere secche le fibre, andando così a limitare il lavoro svolto dall’aceto.